PRClick

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

giovedì 14 giugno 2012

Luoghi da visitare: KUALA LUMPUR


Kuala Lumpur è una ruggente tigre asiatica: è nata dal niente e nel giro di poco meno di 150 anni è diventata una frenetica città moderna con quasi due milioni di abitanti. Potrete ammirare le testimonianze di tutti i suoi primati dalla terrazza panoramica dell'edificio più alto del mondo, per poi immergervi nella cultura tradizionale fra le stradine di Chinatown. Kuala Lumpur è una moderna città asiatica piena di splendenti grattacieli, ma è riuscita a conservare il colore locale, ormai scomparso da città come Singapore. Ci sono edifici coloniali in centro, una vivace Chinatown con venditori ambulanti e mercati notturni, e una frenetica Little India.


In Malesia il clima è caldo-umido tutto l'anno; le temperature notturne raramente scendono al di sotto dei 20°C (70°F) e quasi tutti i giorni le massime superano i 30°C (86°F), perciò in qualsiasi periodo dell'anno andiate, non potrete avere ritmi troppo frenetici. Le precipitazioni sono variabili e presenti tutto l'anno. È raro che piova tutto il giorno, e in genere ci sono grossi acquazzoni pomeridiani. I mesi meno piovosi sono in genere giugno e luglio.La quinta Tigre asiatica dopo Singapore, Hong Kong, Taiwan e Corea del Sud, ha avuto fino al 2004 un primato: le Petronas Twin Towers, icona della città, alte 452 metri, sono state a lungo i grattacieli più alti del mondo e il simbolo dell'impetuoso sviluppo economico. Ma KL - come la chiamano tutti - non è solo una delle global citiesdove ci si sposta in auto o con le velocissime Monorail, o con il Klia Ekspres che in venti minuti collega l'aeroporto al centro. Secondo Audrey Southgate, autrice di A walking tour in Kuala Lumpur, "uno dei modi migliori per scoprire la città è a piedi".


La comunità etnica più numerosa, quella cinese, vive e commercia a Chinatown che in molte parti è rimasta la stessa dell’Ottocento, quando i primi cinesi immigrarono a Kuala Lumpur, allora un semplice villaggio, per estrarre lo stagno dai fiumi Klang e Gombok. Cuore del quartiere è Jalan Petaling, una strada-bazar pedonale dove si trova di tutto: cibo, abbigliamento, elettronica, artigianato. Non mancano i medici di strada che promettono rimedi per ogni disturbo. Nel quartiere convivono razze e religioni: subito dietro Jalan Petaling c’è il tempio indù Sri Maha Mariamman, fondato nel 1873 dai Tamil indiani; di fronte, il Kwong Siew Temple, dove i cinesi venerano Guan Di, dio che protegge sia la guerra che la letteratura. Per uno spuntino entrate nel coloratissimo Pasar Seni, il mercato centrale di frutta e verdura in stile art deco: assaggiate i tipici Roti canai, pane indiano alla malese che si vende nei “mamak” (piccole cucine all’aperto).
Uno dei centri commerciali più grandi dell’Asia è all’interno delle torri gemelle Petronas: occupa cinque piani con negozi e ristoranti di ogni tipo. I due grattacieli gemelli, visibili da ogni parte della città e fatti costruire dalla Compagnia petrolifera Petronas, furono progettati nel 1996 dall’architetto argentino Cesar Pelli. Collegati da un ponte al quarantunesimo piano, non sono esenti dalle superstizioni orientali: i piani sono ottantotto, numero che, per i cantonesi, significa “doppia fortuna”. Nel 1999 sulle torri gemelle fu girato Entrapmentcon Sean Connery.
fonte: http://viaggi.repubblica.it/articolo/kuala-lumpur-torri-e-templi/225738

1 commento:

M.M. ha detto...

Che belle foto Nik