PRClick

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

giovedì 21 novembre 2013

Processo Concordia, la moldava Domnica Cemortan

La ballerina moldava Domnica Cemortan svela tutto, ma davvero tutto, sul suo amore per il comandante Francesco Schettino. E lo fa in una lunga intervista rilasciata alla rivista ''Oggi''. In Aula, Domnica ha ammesso di essere stata l’amante del comandante della Costa Concordia Francesco Schettino. «La storia, se così la vogliamo chiamare, è durata un paio di settimane», esordisce Domnica Cemortan nell’intervista esclusiva a Oggi. «Amante mi sembra una parola grossa». 

(Domnica a sinistra)
Domnica, quindi, rivela per la prima volta come è nato il suo rapporto col comandante Francesco Schettino: «Mi sono imbarcata su Concordia il 9 dicembre 2012 e sono scesa il 28.  La hostess dei passeggeri russi, che io avrei sostituito, durante un galà mi ha presentato a tutto il personale di bordo. Compreso Schettino… La storia quando è cominciata? Non ho segnato la data, ma era la mia seconda settimana a bordo».

«Quando a bordo è presente un certo numero di passeggeri, tutti della stessa nazionalità, il comandante li riunisce in una sala della nave e li accoglie con un messaggio di benvenuto. I russi erano parecchi. Ce n’erano almeno un centinaio ogni crociera. Schettino non parlava il russo ed ero io a preparargli il testo da leggere in pubblico».
Posteshop
L’intimità si è creata proprio in occasione della preparazione del testo, che, aggiunge Domnica Cemortan «va trascritto dall’alfabeto cirillico a quello latino tenendo conto della fonetica… A guidarlo nella lettura ci deve essere una persona di madre lingua. Che per il russo ero io… Eravamo nello studio, annesso alla cabina del comandante».


Gli incontri quando avvenivano? «Il mio lavoro cominciava il mattino all’alba e finiva a notte fonda. Non sono in tanti a circolare per la nave in quegli orari. Quasi tutti dormono. E si può osare qualcosa di più», dice Domnica». Che dite, è pronta una carriera nel mondo della tv per la bella Domnica? Staremo a vedere...

Nessun commento: