PRClick

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

venerdì 27 aprile 2012

Anche il mondo della moda si inchina alla Cina (da Repubblica D)


Prima arriva l'economia, poi segue la bellezza. Così, dopo il capitombolo internazionale al cospetto della crescita economica della Cina, anche la moda china il capo di fronte all'avvenenza delle donne cinesi. L'ultima conferma viene da uno dei marchi più italiani che ci siano, Gucci: la maison fiorentina ha infatti scelto l'attrice e cantante Li BingBing come testimonial di una speciale campagna pubblicitaria dedicata a borse, gioielli e orologi del brand. Il fatto non è certo nuovo: in passato, Liu Wen, la modella cinese più famosa del mondo, venne scelta da Calvin Klein come volto e corpo di molte linee. La decisione di Gucci, però, corona un fenomeno in grande ascesa: la riscossa delle donne con gli occhi a mandorla sulle colleghe occidentali.
I loro volti, infatti, non sono destinati soltanto al mercato cinese, anzi: oggi vengono volutamente scelti per incarnare un'idea di modernità e di lusso che ormai coincidono con l'avanzata economica della Cina. Permettono l'immedesimazione delle acquirenti orientali, che garantiscono introiti da capogiro ai grandi marchi, e che ovviamente non sono solleticate da testimonial dall'aspetto troppo lontano dal loro. Mentre sul mercato occidentale la presenza di testimonial asiatiche ha l'appeal multietnico di una società in continua evoluzione culturale. Nel Fashion System, poi, il discorso è piuttosto caldo: sono diverse stagioni, infatti, che la moda americana è in mano a giovani stilisti cinesi o asiatici. Alexander Wang, Philip Lim, Derel Lam, Peter Som, Jasun Wu sono solo alcuni nomi di una lista lunghissima e molto influente. La loro moda dura, competitiva e molto veloce ha cambiato drasticamente il panorama internazionale degli ultimi anni, costringendo spesso gli stilisti occidentali alla rincorsa...(CONTINUA)
fonte:http://d.repubblica.it/argomenti/2012/04/26/news/moda_cinesi_famose-983902/
imagebam.com imagebam.com

Nessun commento: