PRClick

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

sabato 22 luglio 2017

Negli ultimi 10 anni abbassata del 20% la mortalità per diabete

Ben 5 italiani su 100 soffrono di diabete e tale numero è raddoppiato negli ultimi trent' anni. Tuttavia, la mortalità per le conseguenze di questa malattia si è abbassata del 20 % in dieci anni. Risulta una patologia "fortemente associata allo svantaggio socioeconomico", secondo una nota dell'Istat.


Nel corso dell'anno 2016 sono state più di tre milioni nel nostro Paese le persone che riferiscono di essere affette da diabete, il 5,3% dell'intera popolazione; ma la percentuale sale al 16,5% fra le persone di 65 anni e oltre. Nel 1980 riguardava il 2,9% della popolazione.  "Tra le donne - osserva l'Istat - le disuguaglianze sono maggiori in tutte le classi di età: le donne diabetiche di 65-74 anni con laurea o diploma sono il 6,8%, le coetanee con al massimo la licenza media il 13,8% (i maschi della stessa classe di età sono rispettivamente il 13,2 e il 16,4%)". E' inoltre una patologia più diffusa nelle regioni del Mezzogiorno, dove il tasso di prevalenza è del 5,8% contro il 4% del Nord. 


Comunque, c'è anche una buona notizia: nell'ultimo decennio la mortalità si è ridotta di oltre il 20% in tutte le classi di età. "I dati Istat - dice Giorgio Sesti, presidente della Società Italiana di Diabetologia (Sid) - sono autoriportati dalle persone intervistate ma sostanzialmente coincidono con i dati amministrativi che già avevamo e che parlano di una prevalenza tra il 5,5 e il 6% della popolazione totale. La cosa interessante e nuova è invece la diminuzione delle morti: questo dato ci dice che funziona meglio il sistema di diagnosi e cura, la rete dei centri e i nuovi farmaci per il diabete e per le sue complicanze". 

fonte: http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/07/21/durante-una-conversazione-i-cervelli-si-sincronizzano_2e53882e-01a4-4591-9a55-e9bfcd80cb59.html

Nessun commento: