PRClick

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

sabato 10 dicembre 2011

Truffati e perseguitati per un download: su Italia-Programmi.net indaga la Procura


Risparmia acquistando online! Clicca qui!
Lo stile della truffa ricorda i film di Totò, ma gli strumenti sono quelli del 2011. Negli ultimi mesi le associazioni di consumatori – in primis Aduc – sono state sommerse di segnalazioni di cittadini gabbati dal sito “Italia-programmi.net”. Si tratta di un portale che permette di scaricare software come OpenOffice e FireFox fino a quelli di messaggistica come Icq e Msn. Programmi che si possono scaricare ovunque in rete legalmente senza pagare un euro. Un equivoco sul quale italia-programmi gioca volentieri. Senza mai riferirsi a pagamenti né contratti di alcun tipo, infatti, il sito invita le sue vittime a registrarsi prima di poter scaricare il programma desiderato. Solo qualche giorno dopo, la vittima scopre che la registrazione comportava l'accettazione di un abbonamento biennale da 96 euro l'anno. E chi, in buona fede, ha inserito dati autentici, riceve dopo pochi giorni una mail intimidatoria: è un sollecito di pagamento. Dietro italia-programmi c'è un'oscura società chiamata Estesa Ltd, con sede alle Isole Seychelles. La truffa valica i confini del virtuale: i consumatori che hanno comunicato anche il proprio indirizzo di casa, infatti, si sono visti recapitare nella cassetta delle lettere pure una raccomandata. Mittente: ancora la fantomatica Estesa Ltd. Il principio della truffa è semplice: si spaccia per gratuito un servizio e, nel frattempo si chiede di accettare le condizioni di contratto senza mai scrivere, chiaramente, che bisognerà aprire il portafoglio. E proprio nelle condizioni di contratto è scritta l'amara verità.
Ma la Estesa Ltd non si limita a questo. Insiste. E chi non paga, perché si ritiene truffato, viene intimidito. Ecco cos'ha scritto Estesa Ltd a quei consumatori che hanno protestato: “in caso di ulteriore ritardo nel pagamento, saremo costretti ad incaricare il nostro studio legale per il recupero del suo credito tramite azione giudiziale, e le ingenti spese derivanti da questa azione legale saranno totalmente a suo carico!”. E qualcuno ci è cascato. “Dopo aver ricevuto queste lettere, molti consumatori hanno pagato i 96 euro che gli venivano chiesti. Queste truffe colpiscono soprattutto chi ha poca confidenza con internet” ci spiegano all'Aduc, l'associazione che per prima ha chiesto l'intervento dell'autorità garante per le comunicazioni. E proprio l'Agcom, a fine agosto, ha ordinato a italia-programmi di sospendere qualsiasi richiesta di pagamento e di rendere chiaro che si tratta di un servizio a pagamento. Il sito-truffa ha obbedito, ma solo in parte. Adesso, infatti, prima di procedere al download, è stata inserita la dicitura “crea il tuo account per soli 8 euro al mese”. Ma gli stessi utenti hanno scoperto la beffa: la sera e la notte, infatti, questa scritta scompare. Insomma, la delibera viene rispettata solo in orario d'ufficio. Proprio gli orari in cui lavorano anche gli ispettori dell'Agcom. Intanto la truffa prosegue da mesi. E i tentativi di aggirare la delibera hanno fatto perdere la pazienza all'Authority. L'Agcom, infatti, invierà gli atti a Polizia postale, Guardia di finanza e Procura della Repubblica. Adesso italia-programmi rischia di entrare nel penale.
FONTE: http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2011/12/09/truffati-e-perseguitati-per-un-download-lincredibile-caso-di-italiaprogramminet/

4 commenti:

xena58 ha detto...

Davvero una cosa assurda..non sapevo nulla di questo sito e fortunatamente non conoscevo...ciao

lisanna ha detto...

buono a sapersi, grazie

WriterGioia ha detto...

Pensa che inizialmente mi ponevo il problema che ipoteticamente mi ero creata :D Ma visto che mi piace indagare, gli ho risposto che avrei chiamato antitrust e non mi hanno più scritto... che strani ahahahaha

MEDIAvertigo ha detto...

ciao, ora vedo i commenti, sorry, comunque internet sta diventando una giungla in cui dominano questi imbroglioni vigliacchi. A me ci hanno provato con Paypal...